Пьетро Делла Веккья
Scena di magia. Non antecedente il 1650

Olio su canvas
92×106 cm
Закупка В.Л.Меньшиков, Москва.ВПХК
Ж-4352

Il dipinto era considerato opera di anonimo; l’appartenenza del quadro a Pietro Della Vecchia è stata stabilita dall’autrice al momento della sua acquisizione da parte del museo. Il soggetto del quadro continua a restare enigmatico, e forse questa composizione di genere racchiude un significato allegorico.

Le caratteristiche teste raffigurate nel quadro si incontrano sovente in diverse opere dell’artista. Ad esempio, la figura maschile centrale con turbante bianco appare anche nella Crocifissione, della collezione Fondazione Cini di Venezia (Aikema 1984, ill. 12), dov’è raffigurata a tutta statura. D’altro canto, il principio compositivo adottato nel quadro moscovita non ebbe grande sviluppo nelle opere del maestro veneziano. Come analogia possiamo citare solo la tela Socrate con i discepoli (Aikema 1990, ill. 113).

Mostra di più
Bibliografia
  • Olio su canvas
    92×106 cm
  • si trova al Museo Puškin dal 1983
    Закупка В.Л.Меньшиков, Москва.ВПХК
  • Ж-4352
Mostra di più