Pietro Dandini
Il Convito di baldassarre. Fine del XVII - inizio del XVIII secolo

Olio su canvas
87×165 cm
Обмен собр.М.Б.Бенедиктова, Москва.
Ж-2691

Firma a sinistra sul pilastro: «Petrus Dandinius ciuis».

Il soggetto è tratto dall’Antico Testamento (Dn 5,1-6). È raffigurato il convito del re babilonese Belsazar (VI secolo a.C.), nel corso del quale appare una misteriosa visione: una mano che scrive sulla parete alcune enigmatiche parole, «MANE THECEL PHARES». Il profeta Daniele le interpretò come la profezia della caduta del regno di Babilonia e della morte del re. In quella stessa notte Belsazar fu ucciso. Nell’arte cristiana Belsazar simboleggia l’Anticristo, la colonna del paganesimo. Le composizioni raffiguranti il banchetto di Belsazar acquisirono particolare popolarità nella pittura barocca (Pigler 1974, I, pp. 213-216).

Mostra di più
Bibliografia
  • Olio su canvas
    87×165 cm
  • si trova al Museo Puškin dal 1930
    Обмен собр.М.Б.Бенедиктова, Москва.
  • Ж-2691
Mostra di più

Pietro Dandini

1646–1712